47 - Da quanto sei qui?

Le auto che restano più tempo in vendita

Nonostante le immatricolazioni di auto nuove abbiano registrato, nel mese di aprile, un’impennata che non si ricordava da anni (+24%), in Italia l’usato continua ad avere successo.

AutoUncle.it permette di scoprire anche quali sono i veicoli che interessano meno agli acquirenti e, di conseguenza, quelli che restano più tempo in vendita.

Nello specifico, abbiamo stilato un’ipotetica Top10 con le auto usate con meno di dieci anni in vendita da privati, i cui annunci restano più tempo su AutoUncle. Abbiamo ovviamente tenuto conto di modelli che, in media, avessero in vendita diverse decine di esemplari.

Stupisce (o forse no?) un dato. Si tratta di tutte auto di costruttori stranieri (unica eccezione, la Fiat Punto Cabrio). Le auto sono in ordine decrescente, da quella che è in vendita da più giorni. Gli annunci delle 10 auto si trovano su AutoUncle (in media) da circa 150 giorni. Unico dato “alle stelle” quello della prima classificata, per la quale si trovano annunci con oltre 400 giorni di vita.

Modello

Giorni

Esemplari presenti

Prezzo medio

Anno medio

Km medi

Peugeot 206 CC

415

64

3.400

2002

103mila

Citroen Xsara Picasso

198

97

2.900

2004

152mila

Smart City Cabrio

163

119

3.800

2003

75mila

Mercedes B180 (w 245)

157

178

9.900

2007

123mila

Peugeot 206 Plus

155

67

5.500

2009

74mila

Mercedes SLK200 (II gen)

153

412

12.200

2006

88mila

Mercedes SL320 (IV gen)

151

62

13.600

1996

117mila

Fiat Punto Cabriolet

148

87

1.900

1997

118mila

Porsche 911 Carrera S

144

51

44.500

2006

63mila

BMW 120 Cabriolet

143

66

14.600

2008

100mila

Primo posto per la Peugeot 206 CC, uscita nel 2000. L’economia di gestione, oltre all’estetica accattivante e alla flessibilità d’uso ne hanno determinato il grande successo sui mercati europei, Italia compresa. Il fatto che, da usata, continui ad essere venduta più della 207 CC (la quale, come stima, vale circa il doppio) ne è ulteriore dimostrazione

Secondo posto per la Citroën Xsara Picasso, innovativa monovolume (tra le più vendute di sempre della categoria) che con la sua originalità (in primis, per il “profilo” particolare) e la caratterizzò la casa francese negli anni Duemila.

Chiude il podio la Smart City Cabrio, prima denominazione che la due posti assunse quando diventò un marchio “autonomo” (2002) e prima di chiamarsi ForTwo.

Quarto posto per la Mercedes B 180, la cui classe è la più “parsimoniosa” dell’azienda insieme ai modelli più piccoli della classe A.

Quinto posto per la Peugeot 206 Plus, restyling del 2009 che comprende, oltre al nuovo frontale ripreso dalla 207, anche novità all’interno e nuovi gruppi ottici posteriori. Insomma, una versione più economica di un vecchio modello fatta per evitargli la “pensione” anticipata: una tendenza che negli ultimi anni ha accomunato la Peugeot a tante altre Case.

Segue la Mercedes SLK200, la più economica fra le SLK. Piccola e leggera, può essere considerata l’equivalente della Mazda MX-5.

Al settimo posto altra Mercedes, la SL 320, che nel 1993 portò l’iniezione elettronica nella gamma delle spider R129, tra le auto che più hanno fatto la storia della Casa del Tridente.

Ottavo posto per quella che è, si diceva, l’unica italiana in classifica, la Fiat Punto Cabrio. La versione scoperta dell’utilitaria, che si differenziava nei fanali posteriori, oltre che nella linea, fu una delle vetture più vendute di questo tipo (25 milioni di unità acquistate), e univa la comodità di un’auto piccola ai costi contenuti. Oggi, nonostante il prezzo irrisorio a cui si trova l’usato, è anche lei tra le nostre più “invendute”. Chiudono la classifica altre due tedesche, la  Porsche 911 Carrera S (ovviamente la più costosa della Top Ten) e la BMW 120 Cabriolet.