115 - A tutta Brexit

La notizia che ha fatto più discutere, nell’ultima settimana, riguarda sicuramente la Brexit.

A livello mondiale il trionfo del “leave” nel Regno Unito causerà all’industria automobilistica la vendita di circa 2,8 milioni di auto in meno fino al 2018 (fonte Automotive News Europe). Quest’anno le vendite mondiali di veicoli leggeri dovrebbero toccare quota 89,92 milioni, circa 200.000 unità in meno rispetto a quelle previste prima dell’esito del referendum inglese.  

Si stima tuttavia che nel 2017 e nel 2018 ci saranno flessioni rispettivamente di 1,25 e 1,38 milioni di auto legate all’uscita dall’Unione Europea dello United Kingdom. Quest’anno il mercato locale inglese crescerà invece appena dell’1% – le previsioni precedenti davano il 3,2% – e dovrebbe addirittura regredire nei prossimi due anni.

Un’altra conseguenza (forse la prima, per importanza) della Brexit è stata, poi, ovviamente il deprezzamento della sterlina, che già negli ultimi 3 decenni non se la passava benissimo. Ciò, in parte, sfavorirà le importazioni di materie prime e componentistica destinate all’industria automobilistica. I costruttori inglesi potrebbero dunque sfruttare il vantaggio competitivo dato dalla debolezza della loro valuta. Senza contare che aspetti come questo potrebbero scatenare in altri paesi il “sospetto” che uscire dall’UE non sia poi così male.

Va specificato, ovviamente, che diversi marchi inglesi appartengono a case straniere: Mini e Rolls-Royce a BMW, Jaguar e Land Rover a Tata Motors, Bentley a VW.

 

In tutto ciò, noi di Autouncle.it abbiamo dato un’occhiata alle auto inglesi sul nostro portale. Tra i marchi, a farla da padrone sono ovviamente Mini e Land Rover con, rispettivamente, 18800 e 12600 esemplari attualmente in vendita sul web. Stupisce (o forse no?) invece il fatto che, tra le auto con meno esemplari, in vendita ci siano Rolls Royce (una cinquantina di esemplari) e Triumph (un paio di auto!). Abbiamo poi segnalato, per ogni marca, almeno un’occasione interessante. Si tratta di modelli in vendita da concessionari o da privati. Per ognuno di essi Autouncle.it, oltre al prezzo di vendita, indica poi il prezzo di valutazione, cioè quello del valore dell’auto, che viene calcolato tenendo conto di tutte le caratteristiche del modello. ll calcolo che viene effettuato dawww.AutoUncle.it è accurato ma ovviamente dipende dalla qualità delle informazioni fornite nel testo dell'annuncio originale. Per le operazioni di acquisto dell’auto si viene poi indirizzati ai siti sui quali si trova l’annuncio.

In pratica, Autouncle è sullo stesso piano dei siti che confrontano le offerte di voli aerei o degli alberghi. Fa la stessa cosa che facciamo noi, quando siamo seduti a casa davanti allo schermo a confrontare diverse auto su prezzo, chilometraggio, accessori. L'unica differenza è che www.AutoUncle.it è in grado di eseguire questo confronto su tanti parametri e su migliaia di auto contemporaneamente. Una sola ricerca sul web per tutto l’usato presente sul mercato! Le auto su Autouncle sono classificate per categorie (“Super prezzo”, “Ottimo prezzo”, “Buon prezzo”, “Cara” e “Molto cara”) attraverso il sistema di valutazione AutoScore, che si basa su statistiche, piuttosto che sul giudizio di esperti. Per le operazioni di acquisto dell’auto si viene poi indirizzati ai siti sui quali si trova l’annuncio.

 

Nello specifico, ad oggi www.AutoUncle.it raccoglie gli annunci di 1 milione 7mila e 800 auto usate pubblicate su 351 siti italiani.

 

 

 

 


Marca

Esempio di occasione

Anno

Prezzo

Valutaz.

KM

(mila)

Luogo

Mini (18834)

Cooper

2007

4.200

6.900

114

Salerno

Land Rover (12611)

Discovery

2014

43.900

48.500

28

Udine

Jaguar (3734)

F-Type

2015

73.900

82.800

17

Roma

Lotus (222)

Elise SC

2015

32.800

39.100

23

Siena

Bentley (176)

Continental GT Speed

2013

169.000

179.700

33

Modena